Resistiamo!

Sto parlando della necessità di NON sostituirci ai bambini ma di supportarli e aiutarli nella loro crescita e nell’apprendimento, lasciandoli liberi di imparare. 

Questo è un principio che vale sempre, a qualsiasi età, e che si può e si deve tenere presente anche nel gioco musicale con i piccolissimi.

Non è sempre facile resistere all’impulso di prendere le loro mani e – ad esempio – muoverle al posto loro per “far vedere come si fa”: del resto, quasi tutti noi siamo a nostra volta cresciuti con adulti che con ogni probabilità non avevano questo tipo di attenzione e di delicatezza nei nostri confronti. Ma è nostra responsabilità migliorare e fare un passo in avanti, no?

Il motivo dietro tutto questo è semplice e incredibile al tempo stesso e ha a che fare con la meraviglia, il meccanismo che fa scattare l’apprendimento.

Facciamo un esempio: ho in mano triangolo e battente e lo sto suonando, modellando con cura i movimenti e mostrando sl viso la mia soddisfazione. Un bambino mi osserva e si avvicina. Cosa posso fare?

In primis esserci, stare lì e continuare a suonare, osservando la sua reazione. Poi posso proporgli lo strumento, lasciandogli spazio e tempo per esplorarlo autonomamente. Se vedo che mi vuole imitare, posso aiutarlo ad afferrare correttamente il tutto: triangolo in una mano e battente nell’altra. E osservo. 

Resisto all’impulso di prendergli le mani e suonare.

Resisto!😬😬😬😬😬😬

Cosa posso fare adesso? La cosa migliore sarebbe avere un secondo strumento, identico, e continuare a modellare l’azione davanti al bambino. Se non ce l’ho, posso fare finta di suonare.

E poi faccio la cosa più importante di tutte: 

MI FIDO DEL BAMBINO E ASPETTO.

Mi fido del bambino e aspetto, perchè se suono io al posto suo, gli tolgo lo stupore, la sorpresa e la meraviglia di essere riuscito a fare una cosa nuova con il suo corpo.

E’ questa meraviglia che lo spingerà a rifare e rifare fino a padroneggiare questa nuova competenza e se noi gliela lasciamo, lo aiutiamo ad imparare.

E sa anche cosa? Ricordarsi questi passaggi – essere presenti, fare da esempio, avere fiducia – a volte non è così semplice e immediato, perchè spesso siamo concentrate su altro, anche se siamo a scuola e stiamo facendo musica (che dovrebbe essere la cosa più divertente di tutte, no? 😬

Per fortuna (tua e mia, perchè anche io ho bisogno di ricordarmelo!!!) ti ho preparato una sorpresa, da stampare e appendere nella tua aula: un POSTER MOTIVAZIONALE con le parole chiave, così le hai sott’occhio e non te le scordi più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Theme: Overlay by Kaira