Il cervello musicale dei bambini

Ora, io non sono una neuroscienziata, sallo! Ma è un argomento che da sempre mi affascina e mi incuriosisce e nel mio piccolo mi piace molto l’idea di poter essere comunque per te un differenziale di sviluppo (guarda questo video della Prof.ssa Lucangeli per scoprire cosa intendo ☺️ e poi torna qui a leggere).

Quindi oggi voglio parlarti di 3 concetti super super basic ma che sono al contempo fondamentali anche e soprattutto quando facciamo musica con i bambini:

  1. il cervello è un sistema in cui la componente cognitiva e la componente emozionale sono profondamente interconnesse e sono imprescindibili l’una dall’altra.
  2. quando i bambini sono in un ambiente in cui stanno ricevendo informazioni musicali, non possono tapparsi le orecchie o “spegnere” il cervello, quindi tutto quello che noi facciamo e il come lo facciamo – anche se non sembra – viene recepito.
  3. il cervello, quando comincia a ricevere delle informazioni – musicali e non – fa 3 cose: semplifica, cerca degli schemi e fa delle previsioni.

Approfondiamo un pochino questi concetti, ti va? Così poi quando vedrai il video di approfondimento ti si accenderà una lampadina e dirai….aaaaahhh! ho capitoooo! 

Allora:

  1. Sintetizzo al massimo, ma dietro a queste parole c’è un mondo: quando stiamo bene – aka ci sentiamo “visti”, riconosciuti, accolti, ci sentiamo sicuri, ci sentiamo messi alla prova ma non oppressi e/o giudicati, ci stiamo divertendo in una “sfida” che ci coinvolge – apprendiamo al meglio. Di questi concetti, uno dei miei preferiti quando mi rivolgo agli “adulti” come te è: anche tu impari meglio quando ti diverti. E in più, se non ti diverti tu a fare le cose, non si divertiranno nemmeno i tuoi “studenti”, per quanto piccoli e “innamorati”.
  2. Uh! Qua entro a gamba tesa con un argomento “peso”: la fiducia. Ma davvero, se teniamo presente questo presupposto – il punto 2 di cui sopra – ci carichiamo di una grandissima fiducia nei confronti dei bambini e questo, colleghe, non solo è fondamentale di per sé, ma ci rende anche più “leggere” – in senso buono, ovviamente. Facciamo, proponiamo, ripetiamo, divertiamoci – ovviamente con consapevolezza e amore – e i bambini impareranno al meglio. Forte, no?
  3. Questo te lo racconto direttamente nel video di cui sopra…ti basti ricordare che quando ha a che fare con la musica il nostro cervello fa delle cose davvero incredibili, un quantitativo industriale di calcoli statistici in meno di un secondo…e te lo dimostrerò giocando ancora con una canzone, la bellissima Scarborough Fair.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Theme: Overlay by Kaira Francesca Venturoli - P.IVA ‭01877460384‬
Via dei Frutteti 80/82 Ferrara